intestazione della scuola con logo repubblica, logo europa, logo regione sicilia e logo della scuola
 
onda
DOCENTI
freccia
Menù Principale
 
Scuola
elenco puntato freccia giù Sedi
punto
Padre Giuseppe Puglisi
punto Antonino Agostino
punto Camillo Randazzo
punto Sacco e Vanzetti
punto
Sandro Pertini
elenco puntato freccia PNSD
elenco puntato freccia Dispersione scolastica
 
Docenti
elenco puntato freccia Valutazione
 
 
 
PON
elenco puntato freccia FSE
 
freccia
Altre sezioni
 
Archivio
 
 
 
   
 
freccia
Links
 
 
 
 
 
   
  amministrazione trasparente con logo repubblica italiana e bandiera
   
  albo pretorio on line
   
logo anac
 
 
 
logo iscrizioni online 2016-2017
     
 
Il Blog della Scuola
 
blog della scuola
   
 
 
 
 
logo sito portale della scuola del Comune di Palermo
     
     
 
 
logo sito web Generazioni connesse
   
     
 
Valutazione
linea
 
Aggiornato al 06/06/2018
 
....................................................................................................................................................
 

Il processo di valutazione è permanente e si esplica a più livelli con lo scopo di innalzare la qualità dell’insegnamento tenendo conto delle necessità degli alunni.
Accanto ad una valutazione esterna, a campione, attuata dal Ministero della Pubblica Istruzione (SNV = Sistema Nazionale di Valutazione), è presente un sistema di valutazione interna che, oltre a riguardare il livello di apprendimento raggiunto dagli studenti, si propone di accertare l’adeguatezza dell’attività didattica ed educativa, della Progettualità d’Istituto e il grado di soddisfazione dell’utenza circa i servizi offerti.
Il suo fine ultimo è quindi il controllo dei processi attivati per il raggiungimento dei risultati attesi.
.

   
 

 mappa valutazione 

 

 
...............................................................................................................................
 

VALUTAZIONE ESTERNA

CHI VIENE
VALUTATO

CHI VALUTA

CHE COSA SI
VALUTA

STRUMENTI DI
VALUTAZIONE

L’ Istituzione
Scolastica (studenti)

Ministero della
Pubblica Istruzione
Rilevazione
INVALSI( Istituto
nazionale per la
valutazione del
sistema di istruzione
e formazione )

Livello di insegnamento e apprendimento nelle classi:

2^ e 5^ - Scuola Primaria

3^ - Scuola Secondaria di Primo Grado

 (Esame di Stato - Prova Nazionale)

Prove oggettive
( a risposta multipla) relative a:
Italiano
Matematica

   
 
............................................................................................................................
 

VALUTAZIONE INTERNA

CHI VIENE
VALUTATO

CHI VALUTA

CHE COSA SI
VALUTA

STRUMENTI DI
VALUTAZIONE

Alunno

Docenti dei tre ordini
di scuola

- Comportamento
- Socializzazione
- Partecipazione
- Autonomia
- Abilità
- Capacità
- Apprendimento
- Grado di maturazione
   globale
- Progressi compiuti
  rispetto alla
  situazione di partenza

Infanzia °
- Osservazione diretta
-Griglie di rilevazione
-Schede di verifica e   valutazione  
-Valutazione sommativa
  Primaria°°  e    
  Secondaria°°°
- Test d’ingresso
- Prove scritte: oggettive,
   a domande aperte,
   prove miste     
- Interrogazioni orali
- Schede di valutazione
- Certificazione delle 
  Competenze

 

Attività educativa
e didattica
(autovalutazione)

Docenti dei tre ordini
di scuola

- Raggiungimento degli
  obiettivi nelle singole
  discipline
-Efficacia delle attività
 svolte in compresenza
-Coordinamento nei
  team e nei consigli di
  classe
- Adeguatezza di
 strategie e metodologie
 didattiche

- Programmazione per classe (Secondaria) e classi parallele
 (Infanzia e Primaria)
 Riunioni per materia (Secondaria)
-Analisi della situazione della classe nei Consigli
di intersezione(Infanzia)
Consigli di interclasse
(Primaria)
Consigli di classe (Secondaria)

Attività progettuale

Docenti dei
progetti

Validità e gradimento
dei progetti attuati

-Questionario di      gradimento

Grado di
soddisfazione
dell’utenza / del
servizio erogato

- Alunni
- Genitori
- Docenti
- Personale ATA
- Alunni dei laboratori
- Genitori e alunni

Il grado di
soddisfazione
dell’utenza in merito
all’attività svolta dai
docenti e
all’organizzazione
dell’Istituto

Questionari proposti 
all’utenza (interna ed esterna) e loro
 rielaborazione

°-Nella Scuola dell’Infanzia è prevista la compilazione di griglie individuali di rilevazione in entrata per tutti i bambini; schede di verifica e valutazione per i bambini in uscita; valutazione sommativa sui percorsi di  apprendimento/insegnamento/crescita per tutti i bambini.

°°- Nella Scuola Primaria la consegna delle schede di valutazione ha scadenza quadrimestrale; certificazione competenze acquisite al termine  del ciclo d’istruzione.

°°° - Nella Scuola Secondaria di Primo Grado la consegna delle schede di valutazione ha scadenza quadrimestrale ed ogni bimestre, viene inoltre consegnata alle famiglie la scheda di comunicazione sull’andamento generale dell’alunno; certificazione delle competenze.

 

 

 
 
 
punto Descrittori voti classi 1^ (scarica file in .pdf)
 
punto Descrittori voti classi 2^ (scarica file in .pdf)
 
punto Descrittori voti classi 3^ (scarica file in .pdf)
 
punto Descrittori voti classi 4^ (scarica file in .pdf)
 
punto Descrittori voti classi 5^ (scarica file in .pdf)
 
punto Valutazione del comportamento (scarica file in .pdf)
 
 
   
 
....................................................................................................................................................
   
 

SISTEMA NAZIONALE DI VALUTAZIONE E
RAPPORTO DI AUTOVALUTAZIONE (RAV)

   
 

Il Sistema Nazionale di Valutazione è stato adottato con il DPR 80/13.
Le scuole dovranno elaborare il Rapporto di AutoValutazione (il RAV) secondo un preciso format predisposto dal Ministero.
Il RAV è, dunque, uno strumento di lavoro comune che tutte le scuole italiane potranno utilizzare per riflettere su se stesse e darsi degli obiettivi di miglioramento.
Il format per il Rapporto di AutoValutazione (RAV) è stato elaborato dall’INVALSI con il supporto e la supervisione del Gruppo Start Up (MIUR, INVALSI ed esperti esterni) costituito presso il MIUR; è il frutto di un lungo percorso di ricerca e sperimentazione che parte dal 2008 e passa attraverso alcuni progetti (Valutazione e Miglioramento, VSQ e VALES). Il format diffuso oggi prevede che gli istituti debbano analizzare il contesto in cui operano (popolazione scolastica, territorio e capitale sociale, risorse economiche e materiali, risorse professionali), gli esiti dei loro studenti (i risultati scolastici, ma anche quelli delle prove standardizzate, le competenze-chiave raggiunte e i risultati a distanza, vale a dire, fra l’altro, gli esiti nei cicli scolastici successivi, l’eventuale prosecuzione negli studi universitari, l’inserimento nel mondo del lavoro), i processi di organizzazione e gli ambienti di lavoro (dalla predisposizione e progettazione della didattica, alla predisposizione degli ambienti di apprendimento, passando per l’integrazione con il territorio).

   
 

Le tappe del percorso

 

Nel corso di questo anno scolastico tutte le scuole, statali e paritarie, realizzeranno l’autovalutazione.
Il Rapporto di AutoValutazione  (RAV) sarà compilato poi in versione digitale su una piattaforma comune predisposta dal MIUR e sarà reso pubblico a luglio 2015, diventando anche uno strumento di trasparenza e rendicontazione sociale pubblica.
A ottobre 2015 l’INVALSI pubblicherà il primo Rapporto nazionale sul sistema scolastico italiano.
Dal prossimo anno scolastico 2015/16 avrà inizio la valutazione esterna da parte di nuclei composti da esperti e da ispettori del MIUR.

   
 
Normativa  di riferimento
 

Decreto Presidente della Repubblica n.80 del 28 marzo 2013 – Regolamento sul Sistema Nazionale di Valutazione in materia di istruzione e formazione.
Direttiva MIUR n.11 del 18-09-2014 – Priorità strategiche del Sistema Nazionale di Valutazione per gli anni scolastici 2014/15, 2015/16 e 2016/17.
C.M. n.47 del 21.10.2014  – Priorità strategiche della valutazione del Sistema educativo di istruzione e formazione. Trasmissione della Direttiva n. 2 del 18 settembre 2014.

   
  1° FASE: dall’autoanalisi al piano di miglioramento
 
  1. analisi e verifica del proprio servizio
  2. elaborazione di un rapporto di autovalutazione in formato elettronico
  3. formulazione di un piano di miglioramento
 

L’analisi deve essere condotta su dati esterni (Scuola in Chiaro, INVALSI, ISTAT, Ministero Interno) e dati interni (dati in possesso della scuola, documenti elaborati dalla scuola, informazioni).
Dati quantitativi integrati con dati qualitativi - lettura integrata tra fonti e indicatori.Il Rapporto di AutoValutazione  va costruito secondo un quadro di riferimento predisposto dall’INVALSI.

  Contesto e risorse
 
  • ambiente
  • capitale sociale
  • risorse economiche e materiali
  • risorse professionali
  Esiti
 
  • Risultati scolastici (promozioni, ripetenze, abbandoni, voti conseguiti)
  • Risultati nelle prove standardizzate (prove INVALSI, raffronto con scuole aventi ESCS simile)
  • Competenze chiave e di cittadinanza
  • Risultati a distanza
  Processi
 

1. pratiche educative e didattiche

  • Curricolo, progettazione, valutazione
  • Ambiente di apprendimento
  • Inclusione e differenziazione
  • Continuità e orientamento

2. pratiche gestionali e organizzative

• Orientamento strategico e organizzazione della scuola
• Sviluppo e valorizzazione delle risorse umane
• Integrazione con il territorio e rapporti con le famiglie

 

Piano  di miglioramento

 

Si individuano da due a quattro  obiettivi di miglioramento coerenti con quanto emerso dall’analisi: 1-2 per quanto riguarda gli Esiti e altrettanti per quanto riguarda i Processi.

   
 

2° FASE: la valutazione esterna

 
    1. individuazione da parte dell’INVALSI delle situazioni  da sottoporre a verifica
    2. visite di nuclei di valutazione esterna
    3. ridefinizione da parte delle istituzioni scolastiche dei piani di miglioramento in base agli esiti dell’analisi effettuata dai nuclei
   
 

3° FASE: azioni di miglioramento

 

Definizione e attuazione da parte delle istituzioni scolastiche degli interventi migliorativi, anche con il supporto dell’INDIRE e altri Enti (università, associazioni, … )

   
  4° FASE: la rendicontazione sociale
  Pubblicazione, diffusione dei risultati raggiunti, attraverso  indicatori e dati comparabili, in una dimensione di trasparenza, di condivisione e promozione al miglioramento del servizio con la comunità di appartenenza.
   
 

Infine: la valutazione del Dirigente

 

Diverse le norme che la prevedono  (art 25 Dlgs 165/2001; CCNL; Dlgs 150/2009)

   
 

Si invitano i docenti a prendere visione delle informazioni inerenti il nuovo RAV (Rapporto di Autovalutazione) del MIUR, da redigere a cura di ogni istituto scolastico, pubblicato nel sito dell’Istituto www.icssperonepertini.it  e AL SEGUENTE LINK e presentare le proprie eventuali proposte nel corso del prossimo Collegio dei Docenti.

   
 
....................................................................................................................................................
 
 
PROGETTO VALUTAZIONE & MIGLIORAMENTO
 


 
freccia rossa 400 scuole in tutto il territorio nazionale sono state selezionate casualmente per partecipare al progetto
 
freccia rossa le scuole selezionate sono state assegnate a due percorsi:
 

1. Percorso della valutazione esterna

che riguarda la valutazione degli esiti e dei processi relativi all’ambiente organizzativo e alle pratiche educative a livello di scuola. Questo percorso prevede la visita a scuola da parte di un team di valutatori , la restituzione alla scuola di un rapporto di valutazione individualizzato e l’indicazione delle azioni di miglioramento.
 

2. Percorso valutazione esterna e osservazione in classe

aggiunge alle caratteristiche indicate precedentemente l’osservazione in classe da parte di un gruppo di osservatori. In queste scuole sarà inoltre proposto una intervista strutturata al Dirigente Scolastico .

 
Alla nostra istituzione è stato assegnato il primo percorso.
   
 
AMBITI DI INDAGINE
 
Due sono gli ambiti di indagine :
 
freccia rossa Gli esiti in termini di successo scolastico ( competenze acquisite )
 
freccia rossa Processi operanti a livello di singola scuola relativi alle pratiche educative e didattiche (selezione dei contenuti, scelte curriculari e Offerta formativa, progettazione didattica e valutazione degli studenti, sviluppo della relazione tra pari, inclusione, integrazione e differenziazione, continuità e Orientamento) e all’ambiente organizzativo per l’apprendimento ( identità strategica e capacità di direzione delle scuole, gestione delle risorse, sviluppo professionale delle risorse umane, capacità di governo del territorio e rapporti con le famiglie, attività di autovalutazione ).
   
 
COSA ABBIAMO FATTO FINO AD OGGI
 
L’anno scorso, nel mese di maggio sono stati somministrati i questionari a:
 
freccia rossa docenti ( tutti i docenti dell’istituto )
 
freccia rossa genitori ( classi 5 primaria e classe prima scuola sec. di 1° )
 
freccia rossa studenti ( classi 5 primaria e classe prima scuola sec. di 1° )
 
Il Dirigente Scolastico ha compilato il questionario Scuola (settembre 2014)
   
 
PRIMA DELLA VISITA
 
I valutatori hanno preso visione dei seguenti documenti :
 
freccia rossa Pof a.s. 2012/13 e linee programmatiche 2013/14
 
freccia rossa Relazione al programma annuale del DS
 
freccia rossa Dati forniti dal MIUR ( Scuola in chiaro ) e dati forniti dall’Invalsi ( esiti prove )
 
Nei giorni 22, 23 e 24 gennaio abbiamo ricevuto la visita del Team di valutazione ( due valutatori con profili diversi ).
   
 
DURANTE LA VISITA
 

La visita ha avuto  lo scopo di di permettere un confronto tra il gruppo dei valutatori e le varie componenti scolastiche per raccogliere informazioni, materiali sulle aree di osservazione del progetto .

Sono stati visitati inoltre i laboratori e gli spazi interni alla scuola .
 
Sono state condotte  anche delle interviste a :
 
freccia rossa Dirigente Scolastico, i docenti con incarichi di responsabilità, i docenti curriculari, il DSGA e il personale ATA
 
freccia rossa I genitori rappresentanti di classe
 

Le interviste riguardavano per la componente tecnica domande su 10 aree riguardanti i processi didattici ed educativi e i processi organizzativi.

 Per il personale ATA le domande riguardavano la Gestione delle risorse.

Le interviste sono state individuali e di gruppo .

 

Per le interviste di gruppo sono stati utilizzati i criteri indicati dall’INVALSI: docenti di Plessi diversi, di discipline diverse, docenti di sostegno, docenti che non fanno parte dello staff ( perché  intervistati individualmente ) .

Anche per le interviste agli studenti sono stati scelti alunni di diversi livelli di apprendimento.

Per i genitori sono stati individuati tra i rappresentanti di classe .

   
 
COSA FAREMO IN FUTURO ( durante quest’anno scolastico )
 

Restituzione Rapporto di Valutazione
Nell’ultima parte dell’anno scolastico 2013/2014 è avvenuta la restituzione del Rapporto di valutazione in un  incontro tra il Dirigente Scolastico, docenti dello staff e un valutatore dell’Invalsi.
Aspetti di miglioramento segnalati nel Rapporto di Valutazione dai valutatori esterni (paragrafo 6 Obiettivi di miglioramento)
“Si rende necessaria la costruzione di un curricolo verticale dalla Scuola dell'Infanzia alla Secondaria di primo grado, perché  la scuola possa assumere la reale identità di Istituto comprensivo e perché  il raccordo, già  consolidato tra i primi due segmenti scolastici, si estenda anche all'ultimo ordine di scuola nell'ottica della progettazione di percorsi mirati all'acquisizione di competenze”.
Partendo dalle criticità rilevate si è costituito un gruppo Valutazione e Miglioramento coordinato dalla fs valutazione che ha predisposto un piano di miglioramento (inviato all'Invalsi il 6 settembre 2014)

Motivazione della scelta da parte della scuola
Si è scelto come primo obiettivo la formulazione di un curricolo verticale poiché si avverte la mancanza di un riferimento programmatico comune condiviso riguardo la programmazione curricolare, le pratiche didattiche e la valutazione.

Durata del Piano
Biennale:
I anno: progettazione
II anno: realizzazione

Conclusione del Progetto
Nel mese di aprile 2015 è pervenuta comunicazione da parte dell’invalsi  di compilare un questionario considerata  la conclusione  del Progetto “Valutazione e Miglioramento” (VM);
Dopo la compilazione ci è stata segnalata l’adeguata acquisizione del questionario.

   
 
.......................................................................................................................................................
   
 
AUTOVALUTAZIONE  INTERNA
 

   Il Dirigente scolastico  ha il compito di visionare e/o integrare  gli strumenti elaborati dalla Funzione Strumentale area Valutazione per effettuare l’autovalutazione d’istituto, coinvolgendo la Commissione Valutazione.
       I dati emersi saranno:

  • letti e tabulati;
  • presentati al Collegio dei Docenti, al fine di individuare i punti di forza e di debolezza dell’offerta formativa e predisporre aree e  obiettivi di miglioramento della scuola,
  • pubblicati sul sito web dell’istituto: www.scuolasperone.it.

    E’ prevista quest’anno, un’analisi relativa alla soddisfazione dell’utenza interna (alunni) ed esterna (genitori) rispetto ai diversi aspetti del servizio della scuola.